Strumenti-Spazio-Mente 1

Strumenti-Spazio-Mente 1 - Lucio Forte - Acquerello,  stampe e tempera su tavola

Strumenti-Spazio-Mente 1

Acquerello, stampe e tempera su tavola 45 x 67 x 3 cm - Lucio Forte - Anno realizzazione: 2013

Note sull'opera:
Partire per un viaggio, un progetto. Andare a cercare un mistero in uno spazio indeterminato. Un capitano dal ponte di comando controlla la propria nave, il mare, l'oceano, il viaggio e l'avventura, attraverso gli strumenti modifica la condizione naturale delle cose. Con questi strumenti può aprire il mare, la nave stessa è uno strumento, la nave che solca l'acqua. Addentrarsi nel mistero necessita di un'adeguata strumentazione. Immaginiamo, però, di azzerare le nostre conoscenze e trovarci in un luogo con il quale le nostre leggi fisiche sono incompatibili, un luogo dove la concezione del mondo è ribaltata, sconquassata, resettata, un luogo dove solcare un mare, significa innescare trasformazioni nello spazio attraverso input e sollecitazioni sulla realtà con conseguenti risposte sconosciute ed imprevedibili. Una situazione in cui per controllare la realtà e modificare l'intima composizione della materia esistono strumenti nanotecnologici intelligenti altamente complessi e sofisticati. Un viaggio per dare una specificità ad un vuoto. Sistemi di specificità e controllo: costruzione, progettazione nel nulla, lo spazio. Raggiungere il senso infinito dello spazio profondo. Ovvero svuotare la mente per produrre, realizzare idee che rappresentano poi un viaggio veloce, senza fiato. Per abbandonarsi alla smaterializzazione nella velocità del nostro corpo, proiettato in un'onda, un'ombra, un frammento. Dentro, dentro in fondo a questo mistero sperduto nel forziere della conoscenza sensibile. Dietro un angolo di universo. Nel sottoscala di un film di fantascienza degli anni '30. In uno scomparto squadrato, ritagliato, dimenticato e vuoto, che poi è un'angolo incastrato del cervello. Un tassello nascosto, ma sempre presente, che ci ricorda che la profondità non è la ricerca di qualcosa che si trova lontano ed esterno a noi, ma il rispolveramento, la riattivazione di un incastro, un meccanismo, un interruttore complesso, insito, inscindibile e difatti compositivo di noi stessi. in quel sottoscala, quel mondo nascosto, quel varco, per respirare, per accedere all'infinita indeterminazione del vuoto non relazionabile a nulla, non pensabile in quanto priva di un rapporto con un oggetto pensato, la cosa in sé per noi vuota e inesistente ma immaginabile metafisicamente. Oltrepassare quel varco significa tutto questo, disintegrare il mondo pensato e viverlo non come uomini ma come universo. Lucio Forte 2012 Firmata e datata in basso a sinistra, autentica dell'artista al retro

Cornice: Non disponibile
Disponibile a spedire:  Italia  / Europa
Spedizione in contrassegno disponibile (Costo: 0 €)
Note sull'acquisto: Bonifico o Cash, spedizione esclusa.

Prezzo: Contattare l'autore

Acquista

Scrivi un commento!
Accedi con il tuo account ArtlyNow oppure con Facebook.