giovanni greco

Artista iscritto il 2 Agosto 2010

Visitatori profilo: 16529

Invia messaggio

Sito web>>

Artista eminentemente dedito all'arte astratta più precisamente all'arte informale : un percorso che l’ha portato dal figurativo all’astratto attraverso un percorso nato da un bisogno intimo e da un interesse verso il segno, la materia, il colore.

Dopo il completamento degli studi artistici frequenta la scuola del nudo a Catania presso l'accademia di BB.AA.e agli inizi degli anni '90 intraprende la sua attività pittorica; in quegli anni lavora in qualità di collaboratore presso gallerie, associazioni culturali che gli permettono di addentrarsi negli ambienti più stimolanti per poter approfondire quel suo desiderio di ulteriore conoscenza della storia dell’arte, spronandolo e arricchendolo di quella cultura che lo incoraggiano ad intraprendere l'attività artistica;

Dopo un periodo di pittura figurativa (metafisico-surreake) la sua ricerca si è indirizzata ad analizzare la natura dell’uomo e delle cose sotto un altro aspetto e approdare alla sintesi di una realtà più immediata ove il gesto e il sogno siano i contenuti emozionali a determinare passioni, tensioni e disagi grazie anche il sodalizio con gli artisti informali della sua città natale.Le opere di Giuseppe De Gregorio e Manlio Bacosi hanno rivoluzionato il suo modo di vedere di ciò che egli dice a se stesso e quanto sente.

Attualmente vive e lavora a Catania

 L'approdo alla sintesi, di una realtà più immediata ove il gesto, il sogno non disgiunto dalla razionalità siano i contenuti emozionali a determinare passioni, tensioni e disagi che devono pertanto essere espressi nel modo più libero, spontaneo e violento possibile, al di fuori di qualsiasi schema precostituito e contro ogni regola normalmente accettata.-

Composizioni misurate e ferme nelle quali vivono emozioni istintive e gravemente remote e dove l’impossibilità di decifrare i contenuti incatena la logica negli accordi di trame impenetrabili.